Cade in Discoteca risarcita con 53mila Euro

La Nuova 30 aprile 2016

Scivola nell’antibagno della discoteca e si frattura due ossa della gamba:

giovane cassiera di Scorzè fa causa al gestore del locale ed il giudice le da ragione, riconoscendole, un risarcimento di 53.192,93 euro. I fatti risalgono al 19 gennaio 2013; S.I. allora ventisettenne, stava trascorrendo la serata di divertimento con alcune amiche alla discoteca “Sugar Reef” di Piombino Dese, nel padovano, che solo pochi mesi dopo, nella notte di Halloween, era andata completamente distrutta in un incendio.

Tra balli scatenati e chiacchiere, ad un certo punto la giovane di Scorzè aveva lasciato la pista per andare in bagno in compagnia di un’amica. Ma nell’antibagno l’incidente, S.I. era scivolata, finendo a terra in malo modo. Subito aveva sentito un gran dolore alla gamba: portata in pronto soccorso, le radiografie avevano evidenziato la frattura di tibia e perone.

Gli accertamenti e le testimonianze avevano permesso di verificare che la caduta era dipesa dalla presenza sul pavimento di un anomalo velo di acqua urina e cocktail. In seguito alla lesione, la giovane, si era dovuta assentare dal posto di lavoro per 134 giorni tra ingessatura e riabilitazione, tenuto conto della sua mansione di commessa. Proprio per questo S.I. si è rivolta all’avvocato Giorgio Caldera del foro di venezia per vedersi riconosciuti i danni patiti. …

2017-02-23T16:46:59+02:00 Maggio 6th, 2016|insidie, stampa|