Casa Distrutta Dal Fuoco Assicurazione Condannata

Sabato 22 ottobre 2016, La Nuova

casa distrutta dal fuocoCasa distrutta dal fuoco assicurazione condannata

Marcon. La compagnia dovrà pagare il completo indennizzo per la ricostruzione, in virtu della polizza sottoscritta anni prima dai proprietari

La casa va distrutta in un incendio ma l’assicurazione non vuole pagare ai proprietari, una coppia di Marcon, l’indennizzo per la ricostruzione che spettava loro in virtù della polizza sottoscritta contestualmente alla stipula del mutuo per l’acquisto dell’immobile. I coniugi, difesi dall’avvocato Giorgio Caldera del Foro di Venezia, hanno quindi intentato la causa civile contro CreditRas, compagnia assicuratrice che fa parte del colosso tedesco Allianz.

Il tribunale lagunare, con la sentenza pronunciata dal giudice Marta Cappellutti, ha condannato la compagnia assicuratrice al pagamento ai coniugi di quanto dovuto più i danni, in tutto 35 mila euro. L’incendio risale alla notte tra il 24 e il 25 febbraio 2005 in località Fornace. I proprietari si erano attivati per la ricostruzione della casa informando immediatamente la CreditRas. I periti incaricati dalle parti concordavano che l’importo totale da risarcire dovesse essere di 130.000 euro di cui 113.000 da versarsi prima dell’inizio dei lavori e 17.000 euro che avrebbero dovuto essere versati una volta completato l’intervento. Il primo acconto di 113.000 euro era stato regolarmente corrisposto. Una volta completata la ricostruzione, i proprietari della casa si erano visti rispondere dalla compagnia che non avevano più diritto ad ottenere gli altri 17.000 euro perché i lavori avrebbero dovuto concludersi in tempi molto più brevi. I coniugi, sentendosi beffati, si erano rivolti quindi all’avvocato Caldera per trascinare in tribunale la CreditRas. Il giudice ha riconosciuto il diritto dei proprietari a ottenere quanto dovuto in forza del contratto di assicurazione per il quale avevano sempre pagato il premio con puntualità. Il comportamento dell’assicurazione è stato stigmatizzato dal tribunale che, oltre a liquidare l’importo di 17.000 euro, ha riconosciuto ai contraenti anche gli interessi dal 2009 ad oggi, nonché il maggior danno subito essendo stati costretti a chiedere in banca un ulteriore finanziamento per far fronte agli oneri di ricostruzione e anche al mutuo stesso. CreditRas duque dovrà corrispondere un importo di oltre 35.000 euro più spese legali.

 

2017-02-23T16:46:59+00:00 Ottobre 27th, 2016|edificio, stampa, strada|