Venerdì 6 settembre 2019, La Nuova

Investito Sulle Strisce Una Perizia Per La Verità

Ca’ Savio.

Una consulenza tecnica per accertare la dinamica dell’incidente stradale che è costato la vita a Tullio Giada, il vigile del fuoco in pensione di 86 anni investito a fine luglio in via Fausta a Ca’ Savio, a poca distanza da casa. La sostituto procuratore Daniela Moroni ha affidato l’incarico all’ingegner Piacenti, alla presenza della difesa del conducente del furgone indagato per omicidio colposo (avvocati Giacetti e Lison) e dei familiari della vittima (assistiti dallo studio Caldera) i quali hanno nominati quali consulenti di parte gli ingegneri Pavon e Gomirato.

A loro il compito di accertare le responsabilità per l’accaduto.

Secondo la prima ricostruzione effettuata dagli agenti della Polizia Locale, l’anziano stava attraversando la strada sulle strisce pedonali ed è stato investito dal furgone, il cui conducente evidentemente non si è accorto in tempo della sua presenza. L’anziano è caduto sull’asfalto e le sue condizioni sono apparse subito gravi: è spirato un paio di giorni più tardi all’ospedale dell’Angelo.

Non è il primo grave incidente che si verifica in quel punto di via Fausta e i residenti hanno chiesto più volte un intervento per rendere maggiormente visibile il passaggio pedonale.